6 motivi per camminare

6 motivi per camminare

6 motivi per camminare

1 ora di camminata al giorno toglie il medico di torno. Come la mela. Sarà vero?

Valutiamo.

Parliamo di essere attivi, non di sport. Semplicemente camminare. La base del nostro essere bipedi e della nostra evoluzione. Non siamo strutturati a sedia. Ma eretti, con gli arti inferiori articolati in maniera mobile rispetto al tronco. Quindi adatti al movimento.

  1. Camminare 1 h al giorno aiuta a bruciare calorie e a perdere peso, in particolare il grasso addominale. Trattandosi di un esercizio leggero e non intenso, meglio se effettuato a digiuno, così da renderlo più efficace proprio nella perdita del grasso. Per chi non fosse in sovrappeso, la camminata aiuta a evitare di diventarlo in futuro.
  2. Camminare 1 h al giorno riduce la glicemia e la resistenza insulinica. Praticamente una terapia non farmacologica per chi soffre di diabete. Stessa nota del punto precedente: per chi non fosse diabetico, considerare la camminata come strategia di prevenzione per evitare di diventarlo
  3. Camminare 1h al giorno riduce la pressione arteriosa. A ogni età. Maschi e femmine. Di nuovo, terapia non farmacologica a basso costo.
  4. Camminare 1h al giorno migliora l’umore. E di questi tempi, valenza ancora più significativa, dati gli importanti aumenti di depressione e ansia da pandemia. Diverse revisioni scientifiche suggeriscono l’attività quotidiana come alternativa ai farmaci, o di supporto nei casi in cui la terapia farmacologica sia necessaria. Differenti i meccanismi coinvolti: dalla produzione del BDNF (fattore necessario al trofismo cerebrale), alla stimolazione del sistema parasimpatico (ridotto nei disturbi di ansia), alla produzione di endorfine e serotonina.
  5. Camminare 1h al giorno per mantenere un cervello funzionante. Produzione di fattori neurotrofici, neurotrasmettitori e ormoni. Plasticità sinaptica e neurogenesi. Altrimenti detti memoria e apprendimento. Quindi…per chi già non ricordasse i primi 4 motivi per cui camminare, la camminata diventa assolutamente necessaria!
  6. Camminare 1 h al giorno per ridurre la progressione dell’Alzheimer. Entriamo in ambito patologico, dove i benefici rimangono evidenti, rallentando il declino cognitivo e proteggendo il cervello da danni che altrimenti procederebbero più rapidamente. In azione gli stessi meccanismi dei punti 4 & 5, più importanti vantaggi derivanti dal miglioramento vascolare che il movimento induce.

Quindi al netto 6 a 0 per la camminata quotidiana.

Al rientro: benefici che continuano con una buona dose di acqua per idratare & una tazzina di profumato caffè nero.

Per i più affamati: qualche noce o del sano cioccolato fondente.

Buon passo!