salute Tag

  • All
  • Performance
  • Salute
Obesità e COVID-19

Obesità & COVID-19

Analisi da poco pubblicata su 399.361 pazienti con diagnosi di COVID. Sul totali degli esaminati, l’obesità aumenta il rischio di positività del 46%, di ospedalizzazione del 113%, di accesso in terapia intensiva del 74% e di mortalità del 46%. Proviamo a capire i meccanismi coinvolti....

caffè e mal di testa

Caffè: alleato o nemico dell’emicrania?

Relazione ambigua quella tra emicrania e caffè. Alcuni studi descrivono la caffeina come una cura, con efficacia terapeutica, altri come fattore scatenante. Capace anche di creare crisi di astinenza....

ciliegie e fegato

Fegato grasso e ciliegie

Belle e buone. Delle ciliegie certo si può dire. Frutti che annunciano l'estate e che hanno innumerevoli proprietà benefiche, tanto da avere a loro carico diversi studi sulla cura della statosi epatica. Sì, il loro carico di antiossidanti sembra in grado di far autodigerire al...

osteoporosi

Pressione e ossa: due piccioni con una fava

Tra le diverse diete sane, quale è la più efficace nel mantenere una buona integrità della matrice ossea e quindi prevenire l'osteoporosi? Uno studio pubblicato questa settimana ribadisce il ruolo protettivo dell'eliminazione del sale nella tenuta ossea. Pressione quindi e ossa. Due piccioni con una...

carrello della spesa quarantena

Carrello della spesa per quarantena

Con la diffusione del Coronavirus, le quarantene domestiche sono in parte già attuate e presumibilmente diventeranno ancora più comuni. L'OMS fornisce indicazioni su maschere e guanti. Nulla di specifico sugli alimenti da consumare. Banalmente, perché non c'è nessun alimento miracoloso. Rimangono valide le indicazioni generali di...

età biologica

Quanti anni hai davvero?

Te lo dicono i telomeri. Sequenze poste alle estremità dei cromosomi con la funzione di mantenere l’integrità di una cellula. Con il passare del tempo e l’aumentare dell’età, la loro lunghezza diminuisce e le cellule – non più protette – iniziano a danneggiarsi. E così la lunghezza...

sleep

Quanto deve dormire un atleta?

7-8 ore. Non di più, non di meno. Ma possibile che poche ore di differenza creino fatiche e scompensi? La risposta è si. La riduzione delle ore di sonno da 8 a 5 diminuisce la risposta anti-infiammatoria e aumenta il rischio cardiovascolare. Esiste un esperimento condotto a livello...

cibo e psiche

Meglio insalata & legumi con sguardo triste o un affettato sorridendo?

Durante un allenamento aumentano la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, gli atti respiratori. Adattamenti fisiologici che permettono di massimizzare l’ossigenazione del sangue e produrre energia per la contrazione muscolare. Si parla di EUstress, con valenza positiva. Adattamenti simili –battiti, pressione e respiro – a quelli che...